Le News

PROCESSIONE DEI SANTI PATRONI

 
BASILICA CATTEDRALE SAN PROCOLO MARTIRE
 
Processione dei Santi Patroni e Santa Messa presieduta da S.E. Mons. Gennaro Pascarella
 
SABATO 7 MAGGIO
 
Ore 18: Accoglienza del simulacro di San Gennaro in Basilica
 
Ore 18,30: Santa Messa
 
DOMENICA 8 MAGGIO
 
Ore 11,30: Santa Messa
Ore 18,30: Liturgia della Parola e Processione
 
I simulacri dei santi seguiranno il seguente percorso:
via Ripa, via San Procolo, Largo Sedile dei Nobili, via Marconi, corso Repubblica, piazza della Repubblica, chiesa parrocchiale Santa Maria delle Grazie dove sarà celebrata la Santa Messa.
Al termine della Santa Messa riprende la processione per piazza della Repubblica, corso Repubblica, via Marconi, Largo Sedile dei Nobili,
via San Procolo, via Ripa e si conclude nella Basilica Cattedrale.
 
NEL POMERIGGIO DI DOMENICA 8 MAGGIO LE CHIESE PARROCCHIALI DELLA FORANIA DI POZZUOLI UNO RESTERANNO CHIUSE.

SETTIMANA SANTA - CELEBRAZIONI DEL VESCOVO

Orari delle celebrazioni che il Vescovo presiederà nella Cattedrale San Procolo al Rione Terra di Pozzuoli nella Settimana Santa:

10 aprile - Domenica delle Palme e della Passione del Signore, ore 11,30

14 aprile - Giovedi' Santo, Messa Crismale (Santuario Regina della Pace, Quarto), ore 10,30

14 aprile - Giovedì Santo, Messa nella Cena del Signore, ore 18,30

15 aprile - Venerdì Santo, Liturgia della Passione del Signore, ore 18,30

16 aprile - Sabato Santo, Veglia pasquale, ore 21

17 aprile - Domenica di Resurrezione, Santa Messa ore 11,30

Consacrazione al Cuore immacolato di Maria - Lettera dei Vescovi ai sacerdoti della diocesi

Carissimi fratelli presbiteri,

Venerdì 25 marzo, durante la Celebrazione della Penitenza che presiederà alle ore 17:00 nella Basilica di San Pietro, Papa Francesco consacrerà all’Immacolato Cuore di Maria la Russia e l’Ucraina. Lo stesso atto, lo stesso giorno, sarà compiuto a Fatima da Sua Eminenza il Cardinale Krajewski, Elemosiniere di Sua Santità, come inviato del Santo Padre.
Papa Francesco dopo l’Angelus del 20 marzo ha invitato “ogni comunità e ogni fedele” ad unirsi a lui nella solennità dell’Annunciazione “nel compiere un solenne Atto di consacrazione dell’umanità, specialmente della Russia e dell’Ucraina, al Cuore Immacolato di Maria, affinché Lei, Regina della pace, ottenga al mondo la pace”.
    
Vogliamo prendere a cuore questo appello. Vi invitiamo in ogni comunità e personalmente di unirvi al Papa in questo Atto solenne di consacrazione. Anche chi è costretto a casa si unisca a questa preghiera per la pace.
    
«Ciò che stiamo vivendo in queste ultime settimane non è quello che speravamo dopo la difficile emergenza sanitaria provocata dalla pandemia (…). – ha detto papa Francesco in un Messaggio in occasione dell’apertura delle Giornate Sociali Cattoliche Europee - La tragedia della guerra che si sta consumando nel cuore dell’Europa ci lascia attoniti; mai avremmo pensato di rivedere simili scene che ricordano i grandi conflitti bellici del secolo scorso».
Sangue e lacrime dei bambini: uccisi, feriti o costretti a lasciare la loro casa, la loro patria, il loro papà, i loro parenti ed amici! Tante persone fragili che restano per morire sotto le bombe. Milioni di persone obbligati a lasciare la loro casa, che si sono trovate improvvisamente senza più niente.
C’è “un abuso perverso del potere”, che “condanna la gente indifesa a subire ogni forma di violenza”.
Di fronte al grido straziante dei nostri fratelli ucraini siamo chiamati a “una seria riflessione”, ma soprattutto “a piangere con loro e darci da fare per loro; a condividere l’angoscia di un popolo ferito nella sua identità, nella sua storia e tradizione”.
Non possiamo non dire con franchezza con il Papa che “tutto questo è disumano! Anzi è sacrilego, perché va contro la sacralità della vita umana, soprattutto contro la vita indifesa, che va rispettata e protetta, non eliminata, e che viene prima di qualsiasi strategia!”.
“Non abituiamoci alla guerra e alla violenza”! “Non stanchiamoci di accogliere con generosità, come si sta facendo: non solo ora, nell’emergenza, ma anche nelle settimane e nei mesi che verranno”.
Vigiliamo perché le donne, separate dai loro mariti, e i bambini, che vengono accolti, senza lavoro, non siano vittime degli “avvoltoi” della società. Proteggiamoli!  

Carissimi,
    per intercessione di Maria, madre del “Principe della Pace”, che invochiamo “Regina della Pace”, invochiamo nel nome di Gesù il Dio della Pace, che con la forza del Suo Spirito, Spirito dell’Amore, riaccenda il fuoco dell’amore in coloro che hanno il potere, disarmando la loro mente e il loro cuore e aprendoli al dialogo.
    
Il Signore faccia di ognuno di noi un uomo di pace, un “artigiano” di pace, “un costruttore” di pace. I nostri pensieri, i nostri sentimenti, le nostre azioni siano … disarmati!
Nelle comunità che siamo chiamati a servire ci siano unità e pace. È questa la volontà di Dio!
La preghiera per la pace diventi nel nostro quotidiano accoglienza, condivisione, solidarietà.

Ci ritroviamo, allora, tutti insieme con il Papa per chiedere per intercessione di Maria il dono della pace!

 

+ Gennaro, vescovo                             + Carlo, vescovo

Venerdì 25 marzo alle ore 18 S. E. Mons. Carlo Villano, vescovo ausiliare della diocesi, presiederà l'Eucarestia nella parrocchia santuario "Maria Regina della Pace"

PASTORALE FAMIGLIA E VITA

In occasione del X Incontro Mondiale delle Famiglie che si terrà a  Roma dal 22 al 26 giugno 2022 e che avrà come tema “L’amore familiare, vocazione e via di santità,  l’Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia e della Vita ha organizzato un cammino in preparazione dell’Incontro Mondiale, che per la Campania si svolgerà a Pompei dal 22 al 26 giugno prossimi.

In allegato la locandina degli incontri e le indicazioni per iscriversi.